sabato 29 luglio 2017

Un potenziale pericolo dal Sole: il brillamento.

Se fosse avvenuto appena due settimane prima, un potentissimo brillamento solare avrebbe centrato in pieno la Terra. Infatti il 23 luglio 2017 (in Italia erano le ore 7 del mattino), la parte del Sole interessata dal violento fenomeno, era fortunatamente rivolta verso Marte e lo spazio profondo.

Il brillamento solare è stato tanto improvviso quanto inatteso poichè avvenuto in un periodo in cui il Sole attraversa una fase di attività minima.

Prodotto dal ristabilirsi delle connessioni fra le linee del campo magnetico della stella, si è scaturito da una delle pochissime attuali macchie solari.

Ma cosa è un brillamento solare?

Consiste in una esplosiva proiezione eruttiva (la cui energia corrisponde a dozzine di milioni di bombe atomiche) che genera un potentissimo vento solare. Percorrendo distanze enormi, irradia tutto ciò che incontra lungo la sua traiettoria.

La vita sulla Terra è comunque protetta dalla magnetosfera.

Ma un brillamento potente come quello appena avvenuto, se il pianeta non fosse ben schermato, come spiegai già nel 2009, potrebbe comunque creare gravi danni al genere umano.

Senza schermatura, ad esempio, una tempesta magnetica solare "spegnerebbe" tutto ciò che vi é di elettrico sulla Terra (e non solo), con conseguenze facilmente immaginabili. Agisce come un'arma EMP (arma ad impulsi elettromagnetici) di portata globale.

Sono giusto alcuni dei tanti argomenti che illustrai nei miei servizi televisivi e nei miei due libri.

Si assisterebbe ad esempio alla caduta degli aerei in volo, si subirebbe un black out globale permanente quindi niente più luce elettrica nelle case, fine delle industrie, spegnimento di internet, di comunicazioni, fine degli automezzi quindi ritardi enormi o blocco totale nei rifornimenti di cibo, acqua, perdita di dati informatici, di conti correnti, impossibilità di prelevare denaro ecc.

Si tornerebbe al medioevo.

Ci sono persone, comprensibilmente disperate per le tante ingiustizie che patiscono nel quotidiano da branchi di prepotenti, che sperano in catastrofi similari credendo che cosi si ottenga uguaglianza.

Ma sbagliano.

Le ingiustizie sarebbero ancor peggiori e più frequenti.

In un mondo senza elettricità tornato al medioevo, tante persone buone finirebbero preda di bande armate, fame, sete, guerre civili per accaparrarsi le risorse.

Sarebbe una vera #apocalisse. Non sarebbe di certo giustizia.

Le cose devono migliorare agendo nella pace, collaborando fra persone morali, intelligenti, oneste, sagge.

Guerrafondai e guerre non hanno mai migliorato niente ma solo messo al potere nuove forme di prepotenti.

Lo insegna la #storia.

Fra persone di coscienza, morali, oneste, mature, pacifiche, sagge, intelligenti (e mai superstiziose), con tanta pazienza saremmo davvero in grado di migliorare tutto.

Essere forti è importante ma solo nella misura di difendersi dai tentativi di coloro che vogliono impedirci di agire nel bene.

Pazienza e tanta serenità sono qualità che donano una visione più chiara della vita e consigliano una risoluzione pacifica dei problemi.

Un abbraccio (solare)

Adam Kadmon

Nessun commento:

Posta un commento