lunedì 6 settembre 2010

La storia di Francesco: dedicata a chi ancora si sente un "Essere Umano"



















In sintesi, il signor Francesco di Lorenzo ci informa che lui e la sua famiglia stanno letteralmente per finire in mezzo ad una strada.

In coscienza, riteniamo che Nessuno meriti una cosa simile.
Tantomeno una famiglia onesta.

Vi chiedo semplicemente di far SENTIRE a Francesco
che capite il suo dolore, che siete con lui, che NON è SOLO.
http://it-it.facebook.com/people/Francesco-Di-Lorenzo/100000498288558

Lascio a Voi e alla Vostra sensibilità, il decidere se divulgare o meno la storia di un Uomo Onesto, che dopo tutta una vita di lavoratore e contribuente, sta per subire subire l'onta di perdere il suo bene più prezioso, vivendo una umiliazione dinanzi (e con) la sua famiglia: il tutto nell'indifferenza generale.

Questa è solo una delle tante storie invisibili di cui sono vittima persone per bene.

Per lui e tante persone come lui, sta piovendo a dirotto.
Non c'è più il sole.
Siate il Sole che le illumina.
Grazie per avermi letto.

Un Abbraccio

Adam

Questo è il messaggio che pubblicò nella nostra-Vostra bacheca:
_______________________________________________________________
LETTERA PER ADAM
Scusami Adam, se scrivo sulla tua bacheca.
Credo che per noi si approssima la fine di ogni speranza di uscire dal ghetto nel quale ci ha cacciato la Giustizia di questo paese, visto anche la situazione in cui si trovano le istituzioni. Benché non so quanto si possa parlare di istituzioni visto che sono allo sbando. Chi dovrebbe intervenire nella nostra vicenda, pur essendone a conoscenza, non lo fa, protetto dal dettato costituzionale che stabilisce la separazione e la non interferenza tra i poteri dello Stato. Bella trovata, così che chi può chi può fa quello che crede nella gestione del proprio ambito. Proprio quello che è successo nel mio caso, in quanto i giudici sicuri che nessuno può intervenire, hanno fatto, indisturbati, ciò che hanno voluto. I media di questo paese intervengono solo quando i cadaveri sono già stati sepolti da tempo. Non solo, le loro inchieste e le interviste hanno il solo scopo di fare spettacolo al solo scopo di avere audience rinnovando persino piaghe che stavano per rimarginarsi. Adam, se nessuno ha sentito il bisogno di tirarci fuori da questa angosciosa vergogna, se nessuno ha sentito il bisogno di aiutare almeno i miei figli ( Ho un ragazzo in casa di quasi 36 anni che non ha più trovato lavoro da ben 3 anni, anche perché questa vicenda l’ha scombussolato), a chi vado a dirlo che hanno sconvolto anche la vita dei miei due figli? ( l’altra, la ragazza 32 anni- ha sofferto e sta ancora lottando contro i problemi della droga, dove la matrice, anche in questo caso, è stata questa vicenda) A chi vado a raccontarlo questo? Nell’immaginario collettivo è impensabile che un procedimento giudiziario, possa causare uno sfracello simile nella vita delle persone. Ciò perché se ne parla tanto di malagiustizia ma ciò viene assunto solo per sentito dire: è totalmente diverso subirlo sulla propria pelle. Su fb c’è una pagina intitolata: "SE TU FOSSI UNA BANCA TI AVREBBERO GIA' SALVATO" : proprio così, io non sono una banca.
Un caro saluto.

______________________________________________________________


Dedico questo brano musicale a tutte le persone che si trovano nella situazione di Francesco, a Voi che come noi state rendendo pubblica la sua storia, ad ogni persona che dimostra nelle piccole grandi cose di credere nella Vita e nell'Altruismo, a coloro che sono caduti e si sono rialzati, a coloro che aiutano, come possono, chi non può rialzarsi da solo, insomma a tutti gli Angeli, anche a quelli con cicatrici e "rughe un pò feroci sugli zigomi", come le nostre-Vostre: vi vogliamo Bene.

Nessun commento:

Posta un commento